“BUTTERFLY EFFECT PROJECT 2022”

“L’UOMO E GLI ALBERI: UN RAPPORTO PER LA VITA”
Progetto di riforestazione ambientale. Un concorso per ragazzi, studenti ed associazioni con la presentazione di progetti ed elaborati video.

Chiusura delle iscrizioni: 30 giugno 2022
Invio degli elaborati: 31 luglio 2022

La premiazione del concorso avverrà presso il Parco Fenderl, Via del Meril n°13, Vittorio Veneto (TV), Italia il giorno 24 settembre 2022.

Per contrastare il riscaldamento globale 

PIANTA UNA PIANTA, ADESSO!

Sulla carta delle foreste in Europa c’è uno spazio vuoto: la pianura padano-veneta. Non dipende dal territorio o dal clima: in due millenni gli uomini vi hanno eliminato quasi del tutto il manto forestale che la ricopriva. Per contrastare il riscaldamento globale e l’inquinamento dell’aria, servono interventi sul traffico stradale e aereo, sulle emissioni, servono riconversione industriale e rigenerazione urbana, mutamenti dei consumi. Ma una risorsa straordinaria sono boschi, verde urbano ed extraurbano, parchi, giardini, filari di alberi, siepi ed arbusti.

Qualcosa, poco, nel Veneto è cambiato negli ultimi anni, grazie a una maggior consapevolezza dell’importanza dei boschi intorno alle città: la superficie dei boschi di pianura è decuplicata, arrivando a oltre 500 ettari; l’obiettivo, elaborato nel 2017, è riforestare, entro il 2050, almeno 5.000 ettari di pianura veneta, tornando ad una superficie boschiva simile ai tempi della Serenissima. Residui lembi di antichi boschi planiziali, con habitat, flora e fauna di grande valenza naturalistica, sono inseriti nella Rete Natura 2000 dell’UE, individuati come Zone Speciali di Conservazione e, grazie ai Servizi Forestali regionali ed alcuni Comuni, sono oggetto di cure per migliorarne composizione e struttura. Ma tutto sembra essersi fermato. Urge una svolta, un rilancio. Riforestiamo!

Con la fotosintesi, un bosco immagazzina la CO2 che causa l’effetto serra. La riforestazione anche nelle aree urbane e periurbane è di fondamentale aiuto: entro il 2030 dobbiamo ridurre del 50% le emissioni di gas serra, come raccomandato dall’IPCC e richiesto dagli Accordi di Parigi 2015. Un’area boscata migliora la qualità di una città e dà un contributo fondamentale per ridurre l’effetto “isola di calore”, causato da superfici urbane impermeabili, con edifici, aree industriali, strade e asfalto e l’inquinamento dell’aria da polveri sottili PM10 e 2,5, nel periodo autunno-inverno, a causa del traffico veicolare, degli impianti di riscaldamento e per la situazione climatica della pianura, in peggioramento per il riscaldamento globale.

Servono boschi con la giusta composizione, per migliorare il grado di biodiversità anche vicino alle città. Serve una svolta nelle politiche pubbliche per favorire il rimboschimento nelle aree di pianura attraverso nuovi impianti forestali, ma anche un’oculata gestione e manutenzione dei boschi esistenti su cui è importante coinvolgere anche le figure professionali adeguate (forestali, naturalisti, agronomi, biologi ed ecologi). Perciò… pianta un albero, meglio tre, crea un orto, un giardinetto. Pianta un’idea.

Michele Boato  direttore rivista Gaia


DESCRIZIONE DEL CONCORSO 
L’associazione “Il Mondo di Tommaso”, in collaborazione con “Lago Film Fest”, l’associazione “12ponti” e Legambiente del Vittoriese, ha il piacere di comunicare l’apertura del bando per la quarta edizione del concorso “Butterfly Effect Project”, un concorso per ragazzi di età non superiore ai 35 anni, aperto a progetti accompagnati da video multimediali. L’“Effetto Farfalla” comunemente inteso ha origine nella fantascienza. In Rumore di Tuono di Ray Bradbury, il protagonista calpesta una farfalla preistorica durante un safari nel passato; tornato nel presente, lo troverà irrimediabilmente mutato: un gesto minimo ha deviato il corso della storia. Diluita nelle chiacchiere e nelle cronache dei giorni nostri, l’espressione non ha tuttavia perduto il senso originale: quello, se volete, del proverbiale topolino che partorisce una montagna.“Butterfly Effect Project” è quindi contemporaneamente il nome e il tema del nostro concorso, aperto a ragazzi di età non superiore ai 35 anni, singoli o organizzati in gruppi scolastici, interscolastici o privati e associazioni. I candidati potranno partecipare portando un progetto sul tema “L’uomo e gli alberi: un rapporto per la vita”, un progetto rivolto ad individuare comportamenti e azioni per riportare in equilibrio il rapporto dell’uomo con la natura, poiché anche le scelte individuali possono condizionare questo equilibrio. Un piccolo progetto, sommato ad altri, può generare un “Effetto Farfalla”. I progetti dovranno essere accompagnati da un video di presentazione.                     

TEMA DELLA QUARTA EDIZIONE 
Che cosa stiamo facendo noi in concreto per preservare la ricchezza di vita sulla terra, i milioni di piante, animali, microrganismi, ecosistemi e assetti sociali? Siamo rispettosi della diversità ambientale, culturale e sociale che ci circonda e ci chiede di essere accettata e preservata?  Lo scopo della quarta edizione del concorso per tema “L’uomo e gli alberi: un rapporto per la vita” è quello di comunicare l’importanza del ruolo degli alberi nel rallentamento del cambiamento climatico. Essi possono essere la chiave per la sostenibilità ambientale. Negli ultimi 15.000 anni di storia, il nostro pianeta è passato da 6.000 miliardi di alberi ai 3.000 miliardi di oggi. Dovremmo quindi porci l’obiettivo di piantarne almeno 1.000 miliardi. La funzione degli alberi è a tutti nota: diminuiscono la quantità di anidride carbonica nell’atmosfera, emettono ossigeno e regolano l’umidità. Il loro contributo risulta dunque estremamente prezioso! Inoltre gli alberi sono esseri geneticamente molto complessi, dotati di facoltà che solamente ora, grazie a più recenti studi, cominciano ad essere chiare. Si potrebbe anche parlare di una comunità degli alberi, facendo riferimento alle pubblicazioni del noto botanico, il professore Stefano Mancuso. La nostra vita in questo pianeta non può prescindere dal prezioso rapporto con gli alberi: l’invito perciò non è solo quello di piantarne il più possibile, ma anche di effettuare la pulizia dei boschi, aver cura dei territori e usare bene le risorse idriche. Lo stimolo di questo concorso per ciascun partecipante o associazione è quello di portare un progetto di riforestazione, piantare nuovi alberi e soprattutto averne cura. Gli alberi aumenteranno la ricchezza e la bellezza del territorio, ma soprattutto ci potranno insegnare che vivere a contatto e nel rispetto della natura migliorerà la qualità della nostra vita. Per questo vi proponiamo di condividere il vostro progetto. Partecipando al concorso non solo c’è la possibilità di essere finanziati attraverso i premi in palio, ma potrete rendere partecipi delle vostre idee un vasto pubblico, aiutando a diffondere la sensibilizzazione su questa tematica. Se avete avviato un piccolo o grande progetto (come, per esempio, piantare un piccolo bosco, gestire le risorse idriche, etc…) e volete raccontarlo in un video, potete strutturare la presentazione come ritenete più opportuno, tuttavia devono essere inclusi i seguenti punti:     
1)       sottolineare l’importanza nell’ambito della sostenibilità ambientale e della biodiversità;
2)       spiegare le idee alla base del progetto e come si stanno realizzando nella pratica;
3)       quali ripercussioni positive del lavoro svolto sono già tangibili? Quali ostacoli sono ancora presenti?
4)       descrivere un piano d’azione futuro e gli obiettivi che si vogliono raggiungere. Se vi può aiutare potete leggere il libro di Stefano Mancuso “La nazione delle piante”.   

PREMI 
In questa edizione del concorso saranno valutati i progetti, legati al tema, che saranno narrati e illustrati attraverso i video. I ragazzi partecipanti al concorso presenteranno i loro progetti e una giuria ne valuterà la qualità.I progetti dovranno essere già avviati; lo scopo del concorso è sostenerli economicamente e valorizzarli. Saranno assegnati n° 5 premi da 1.000,00 € ciascuno a 5 progetti accompagnati dalla presentazione di un video. Tre premi saranno destinati a progetti legati al territorio italiano, mentre gli altri due a  progetti in ambito internazionale.Il concorso è una possibilità per tutti di esprimersi liberamente con creatività e mettendosi in gioco per comunicare, attraverso un progetto e un video, un messaggio stimolante e critico, che porti coscienza alla società di cosa sta accadendo ai giorni nostri e che introduca una riflessione per migliorare ciò che ci circonda. Questo concorso desidera creare riflessioni e spunti su temi molto importanti: la sostenibilità e il miglioramento del nostro ambiente in generale, affinché si possa cambiare qualcosa anche con semplici, ma significative, azioni quotidiane. 

Chiusura delle iscrizioni: 30 giugno 2022

ISCRIZIONE AL CONCORSO E CONTATTI 
L’iscrizione si effettua compilando un modulo online nel sito www.ilmondoditommaso.org, alla pagina Concorso Butterfly Effect Project. Per maggiori informazioni potete spedire una mail all’indirizzo info@ilmondoditommaso.org o chiamare il numero +39 3386213782.
Prima di iscriversi attraverso il modulo online è necessario consultare e leggere attentamente il “Regolamento del concorso Butterfly Effect Project”, perché procedendo con l’iscrizione lo si accetta in ogni sua parte.



"MAN AND TREES: A RELATIONSHIP FOR LIFE”
 
        

Reforestation project. Competition for young people, students and associationswith active projects and video works

Registration deadline: 30 June 2022

Projects submission deadline: 31 July 2022


The award ceremony will occur at Fenderl Park, Via del Meril n. 13, Vittorio Veneto (TV), Italy on 24 September 2022



Against global warming

PLANT A PLANT, NOW!

On the map of European forests there is an empty space: the Venetian Po Valley. It is not because of the territory or the climate: in about 2000 years men have almost completely eliminated the forest mantle that covered it. Against climate warming and air pollution, it is necessary to act on road and air traffic and on emissions. Industrial reconversion, urban regeneration, changes in consumption are urgently needed. Moreover, woods, urban and extra-urban green areas, parks, gardens, rows of trees, hedges, shrubs are an extraordinary resource.

In the last years, something, even though not much, has changed in the Veneto region, thanks to increased awareness of the importance of woods around the cities. The surface of woods is increased ten times, reaching 500 hectares. The objective developed in 2017 is to reforest at least 5000 hectares of Venetian plain by 2050, reaching therefore a wooded area similar to that existing at the Serenissima period. Remnants of ancient lowland woods, with habitat, flora and fauna of eminent naturalistic importance, have been included in EU Natura 2000 and identified as Special Areas of Conservation. The Regional Forestry Service and some municipalities take care of these areas in order to improve their composition and structure. But everything seems to have stopped. An important change is urgently required! Let’s reforest!

Through photosynthesis, a wood stores the CO2 that cause the greenhouse effect.

Reforestation in urban and sub-urban areas is an essential help: by 2030 we must reduce greenhouse gas emission by 50%, as recommended by the IPCC and required by the 2015 Paris Agreement. A wooden area enhances the quality of a city and effectively mitigates the “heat island effect”, caused by impermeable urban areas, with buildings, industrial areas, roads and asphalt and air pollution and fine particulates such as PM10 and 2,5 in the autumn-winter period, caused by vehicle emissions, heating systems and because of the climate situation in the plain, worsening because of global warming.

Rightly composed woods are needed to enhance the biodiversity degree also near cities. A radical change in public policy is needed to encourage the reforestation in the plain areas, through new forests and also a careful management and maintenance of existing forests, involving professional figures such as forest officers, naturalists, agronomists, biologists and ecologists. Thus...plant a tree, better three, plant a garden. Plant an idea!

Michele Boato – Director of the Magazine “Gaia”



CONTEST DESCRIPTION

Il Mondo di Tommaso” association, together with “Lago Film Fest”, “12ponti” association and Legambiente del Vittoriese, is pleased to communicate the opening of the competition “Butterfly Effect Project”, 4th edition. This competition is open to young people up to 35 years, with projects accompanied by multimedia videos.

 

The “Butterfly Effect” has its origin in science fiction. In Ray Bradbury’s A Sound of Thunder, the protagonist steps on a butterfly during a safari in a remote prehistoric time. Coming back to the present, he will find it irreparably changed. A slight gesture has diverted the course of history. Even though this expression is nowadays overused, it hasn’t lost its original meaning, that, let’s say, of the proverbial mouse that gives birth to the mountain.

Butterfly Effect Project” is both the title and the theme of this contest, open to young people up to 35 years, who can participate individually, in school groups, inter-school and private groups and associations. Candidates can participate bringing a project on the theme “Man and trees: a relationship for life”, aiming to identify behaviours and actions to restore balance in the relationship between man and nature, because even individual choices can affect this balance. A small project, together with others, can generate a “Butterfly Effect”. Projects must be accompanied by a presentation video.


4th EDITION THEME

What are we concretely doing in order to preserve the richness of life on Earth, its millions of plants, animals, microorganisms, ecosystems and social arrangements?

Are we respectful of the environmental, cultural and social diversity which surrounds us and asks to be accepted and preserved?

The 4th edition of the contest “Man and trees: a relationship for life” aims to communicate the important role played by trees in the process of slowing down climate change. Trees can be the key to environmental sustainability.

In the last 15.000 years, our planet has gone from 6000billion trees to 3000billion today. We should therefore aim to plant at least 1000billion trees.

The function performed by trees is well known: absorbing carbon dioxide, giving off oxygen and regulating moisture. Trees contribution is then extremely precious! Furthermore, trees are genetically complex, endowed with faculties that have been recently studied.

Referring to the famous botanist professor Stefano Mancuso’s publications, we could also talk about a community of trees. Life on Earth can’t be separated from the precious relationship with trees: the invitation is therefore not only to plant as many trees as possible, but also to clean up forests, take care of territories and use water resources in the correct way.

The stimulus of the contest is to realize a reforestation project, to plant trees and take care of them. Trees will increase the richness and beauty of the territory and, moreover, they will teach us that living in contact with nature, respecting it, will improve the quality of our life.

For this reason, we propose you to share your project. Taking part in the contest, there is not only the possibility to be financed with prizes, but also to share your ideas with a large public, thus raising awareness on these topics.

If you have started a little or big project (as, for example, planting a small wood, managing water resources etc.) and you want to illustrate it in a video, you can structure the presentation as you prefer, but the followings must be included: 

1) underline the importance in the field of environmental sustainability and biodiversity;

2) explain the ideas behind the project and how they are being implemented in practice;

3) what positive results of the work are already noticeable? Are there still obstacles?

4) describe a future plan of action and goals to be achieved.

If that helps, you can read Stefano Mancuso’s book, “The Nation of Plants”.


PRIZES

This edition of the contest will consider projects, linked to the competition theme, narrated and described with a video. A jury will evaluate the quality of the videos.

The submitted projects must have already been started. The aim of the competition is to economically support the projects and enhance them.

N° 5 prizes of € 1.000 will be awarded to projects accompanied with a video presentation. Three prizes will be given to projects linked to the Italian territory, while the other two will be given to international projects.

This contest is an opportunity given to anybody to freely express themselves with creativity, getting involved in a project and a video with the aim to communicate a stimulating and critical message that brings awareness to society about what is happening nowadays and introduces a reflection to improve our surroundings. The competition wants to create reflections and ideas on very important topics: environmental sustainability and improvement, so that something can be changed even with small but significant everyday actions.

Registration deadline: 30 June 2022


HOW TO REGISTER AND CONTACTS

Registration is made by filling out the online application form on www.ilmondoditommaso.org, on the Concorso Butterfly Effect Project page. For further information, send an email to butterflyproject@ilmondoditommaso.org or call the number +393386213782.
Before registering, read carefully the “Butterfly Effect Project contest rules”, because registration implies acceptance of every part of the regulation.



BANDO IN PDF

EDIZIONE PRECEDENTE




Donazioni
Il dono aiuta l’uomo a trovare la felicità
nello sviluppo delle sue capacità e dei suoi talenti.
Mahatma Gandhi
Perché qualcuno dovrebbe donare il proprio denaro all’ Associazione Il mondo di Tommaso?

L’associazione Il mondo di Tommaso è una realtà aperta agli altri, sia per un confronto che per una collaborazione.
Siamo un gruppo in cui collaborano sia persone adulte che ragazzi giovani in modo da sottolineare il concetto di fratellanza e collaborazione ma anche di apertura.

Il nostro nostro scopo quindi è di fare qualcosa di positivo per la comunità e ciò che ci circonda.

I soldi donati all’associazione non restano alla stessa ma ritornano al donatore sotto forma di “eventi”, finanziano insomma un  miglioramento della sua stessa vita/cultura. Dare soldi all’associazione vuol dire “dare” soldi a se stessi.

Il dono aiuta l’uomo a trovare la felicità nello sviluppo delle sue capacità e dei suoi talenti.



Se vuoi darci un aiuto… contattaci!

Per contattarci e/o per inviare i dati per la ricevuta a donatori@ilmondoditommaso.org 
Banca Etica – Filiale Treviso
IBAN: IT 76 A 05018 12000 000016680209
SCARICA LE NOSTRE
COORDINATE BANCARIE


DONA CON PAYPAL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il sottoscritto Interessato, letta l’informativa che precede ed acquisite le informazioni fornite dal Titolare del trattamento chiede di essere aggiornato su tutte le iniziative promozionali e commerciali, attraverso l’invio di materiale pubblicitario e/o promozionale tramite email.